I benefici spettano anche per l'acquisto di unità immobiliari poste all'interno di fabbricati, completamente ristrutturati da imprese di costruzione o cooperative edilizie.

La detrazione si applica per acquisti effettuati entro il 30 Giugno 2013 di unità immobiliari all'interno di edifici sui quali siano stati eseguiti lavori di retauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia entro il 31 Dicembre 2012.

Lo sconto fiscale del 36% si calcola sul 25% del prezzo di vendita che dovrà risultare dall'atto di compravendita. Il tetto massimo detraibile è sempre di € 48.000.

In caso di pagamento di acconti la detrazione è ammessa a patto che venga stipulato un compromesso di vendita regolarmente registrato e dal quale sia chiaro il prezzo di vendita.

Resta ferma inoltre la novità introdotta dal decreto del Ministero dell'economia e delle finanze che dispone che per l'acquisto di unità immobiliari disposte all'interno di edifici interamente ristrutturati che non è necessario l'invio della comunicazione al centro di Pescara e che i pagamenti possano essere effettuati senza bonifico.

L'unico adempimento è quello di indicare nella dichiarazione dei redditi il codice fiscale dell'impresa o cooperativa edilizia che ha effettuato i lavori di ristrutturazione nell'edificio.

Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy