Sintesi del D.M. del 22/12/2015, n. 226, che definisce le modalità attuative della nuova forma di finanziamento che consente al proprietario di un immobile di età superiore a 60 anni di convertire parte del valore del bene in contanti, senza essere tenuto a lasciare la proprietà residenziale.


Svolto a introdurre la normativa regolamentare di dettaglio relativa al prestito vitalizio ipotecario sulla Gazzetta Ufficiale del 16/02/2016, n. 38 è stato pubblicato il D.M. del 22/12/ 2015, la cui disciplina legislativa è prevista dall’art. 11-quaterdecies, comma 12 e seguenti del D.L. 30/09/2005, n. 203 (conv. L. 02/12/2005, n. 248), così come integralmente modificato dall’art. 1, comma 1 della L. 02/04/2015, n. 44.

Si rammenta che le modifiche introdotte dalla L. 44/2015 hanno come obiettivo di rendere tale istituto una forma di finanziamento alternativa ai canali tradizionali - concretamente praticabile - che consenta al proprietario di un immobile di età superiore a 60 annidi convertire parte del valore del bene in contanti, per soddisfare esigenze di liquidità, senza essere tenuto a lasciare la proprietà residenziale  (che viene comunque posta a garanzia del finanziamento).

Regole per l’offerta al pubblico dei prestiti vitalizi ipotecari, trasparenza e certezza dell’importo oggetto del finanziamento, dei termini di pagamento, degli interessi e di ogni altra spesa dovuta

Si prevede:

  • l’obbligo per il finanziatore di predisporre due prospetti esemplificativi, da sottoporre al soggetto finanziato, chiamati «Simulazione del piano di ammortamento», che illustrano il possibile andamento del debito nel tempo, evidenziando anno per anno il capitale e gli interessi. Il prospetto può essere unico quando il finanziamento è stipulato a tasso fisso;
  • il divieto assoluto di esigere il pagamento delle spese sostenute dal finanziatore qualora il finanziato decida di non sottoscrivere il contratto; la documentazione precontrattuale, che è la stessa prevista per i mutui ipotecari («Disposizioni di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti», di cui al Provvedimento della Banca d’Italia del 29/07/2009) e le informazioni minime che il finanziatore deve fornire al soggetto richiedente;
  • la facoltà, per il soggetto finanziato, di acquistare la polizza assicurativa per l’immobile anche presso un soggetto differente dal finanziatore;
  • la consegna annuale al finanziato di un resoconto della propria posizione debitoria nonché la possibilità di procedere alla «co-intestazione» del contratto in caso di coniugi o di conviventi more uxorio, entrambi dotati dei requisiti richiesti dalla normativa di settore.
 
Casi e formalità che comportano una riduzione significativa del valore di mercato dell’immobile
Sono individuate le seguenti ipotesi che comportano una riduzione significativa del valore dell’immobile, con conseguente possibilità, per il soggetto finanziatore, di richiedere il rimborso integrale del finanziamento:
  • il decesso del soggetto finanziato o del soggetto finanziato più longevo in caso di «co-intestazione»;
  • il trasferimento, in tutto o in parte, di diritti reali o di godimento sull’immobile dato in garanzia;
  • il compimento da parte del soggetto finanziato con dolo o colpa grave di atti che riducano significativamente il valore dell’immobile;
  • la costituzione di diritti reali di garanzia in favore di terzi che vadano a gravare sull’immobile;
  • l’effettuazione di modifiche strutturali all’immobile rispetto al suo stato originale, apportate senza previo accordo con il finanziatore;
  • la revoca dell’abitabilità dell’immobile dovuta a incuria del finanziato;
  • l’ingresso nell’immobile, quali residenti, di soggetti diversi dai familiari del finanziato, qualora avvenuta dopo la stipula del contratto;
  • l’esistenza di procedimenti conservativi o esecutivi o ipoteche giudiziali sull’immobile dato in garanzia.
Si prevede inoltre che le spese necessarie alla dimostrazione delle citate condizioni sono a carico del soggetto finanziatore.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy